CHIUDI

Zegna: «Armani al Senato»

Se la nomina a senatore a vita di Giorgio Armani dipendesse da un referendum popolare, l'esito sarebbe scontato: elezione a larghissima maggioranza. «Ciò che Armani ha saputo creare nell'immaginario del consumatore italiano, e da molti anni di quello globale, non ha pari - spiega Paolo Zegna, vicepresidente di Confindustria ed ex presidente di Sistema moda Italia, la federazione del tessile-abbigliamento -.

L'export nazionale deve ripensare le strategie

«La crisi ha inferto all'economia mondiale uno choc di notevoli dimensioni e le nostre imprese dovranno trovare nuove strategie di reazione, a partire dall'elaborazione di nuove politiche di prezzo e di nuovi modelli di consumo».

Il consumatore ora guarda al soldo

Quintieri: contro la crisi servono nuove politiche di prezzo

I consumatori dei paesi più sviluppati sono sempre più parsimoniosi. Per questo è necessario rivedere i modelli di consumo. È quanto emerge dalla ricerca realizzata dalla Fondazione Manlio Masi e da Luiss Labb per il Comitato Leonardo e l'Istituto nazionale per il Commercio Estero, e presentata ieri a Roma in occasione del convegno «Il mondo è cambiato.

Il made in Italy alla ricerca di nuovi obiettivi

Attenzione ai settori emergenti legati alle fonti di energia rinnovabili, diversificare i mercati, non limitarsi a un ruolo di nicchia

Se il mondo cambia, bisogna modificare anche le strategie. Se negli anni passati, con la domanda globale in aumento, i prodotti made in Italy potevano spuntare prezzi più alti dei concorrenti, oggi è opportuno fare l'opposto. E cioè aumentare i volumi, anche a costo di ridurre prezzi e margini, e diversificare geograficamente.

Il Comitato Leonardo incontra le imprese Venete

Si sono svolti oggi nella sede della Venice International University a San Servolo, i lavori del II Incontro sul Territorio organizzato dal Comitato Leonardo dal titolo ''Internazionalizzazione e Made in Italy - Il Comitato Leonardo incontra le imprese venete''.

C'è chi fa impresa malgrado tutto

Milano Finanza intervista i nuovi Consiglieri del Comitato Leonardo.

Alcuni imprenditori accusano un calo di domanda, altri soffrono più per una riduzione di marginalità, altri ancora per ora sono immuni alla crisi. Ma la grande maggioranza si aspetta tempi duri.