Vinitaly 2022

News   12 Aprile 2022

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, torna in presenza e nella sua formula tradizionale la 54° edizione del Vinitaly, il Salone internazionale dei vini e dei distillati di Veronafiere, che, dal 10 al 13 aprile, registra il tutto esaurito.

In 17 padiglioni, 4.400 aziende provenienti da 19 nazioni, e oltre 17mila etichette inserite nella piattaforma business VinitalyPlus, presenteranno i propri prodotti a una clientela internazionale di professionisti e appassionati.

Sono 700 i buyer esteri selezionati, in arrivo da 50 nazioni, grazie alle iniziative di “incoming” promosse da Veronafiere in collaborazione con l’Agenzia ICE. Dagli Stati Uniti, con oltre 130 operatori “top”, arriva la delegazione più numerosa.

Fino all’11 aprile, in programma anche il fuorisalone “Vinitaly and the city”, con un palinsesto di eventi e degustazioni nelle vie del centro di Verona.

La fiera è un’occasione per fare il punto sul settore e sulle prospettive del mercato internazionale, anche alla luce delle conseguenze derivanti dalla situazione attuale.

Secondo le stime della Coldiretti, su dati Istat, il 2021 è stato un anno da record per le esportazioni di vino italiano, aumentate del 12% in valore, a 7,1 miliardi di euro, sotto la spinta delle riaperture della ristorazione a livello internazionale.

La parola d’ordine è allargare ancora di più il raggio d’azione sulle nazioni consumatrici di vino italiano e rendere quanto più appetibile possibile il prodotto tricolore.

Condividi