Premio "Dompé Farmaceutici"

PREMIO “DOMPE’ FARMACEUTICI”

IL COMITATO LEONARDO – ITALIAN QUALITY COMMITTEE – HA DELIBERATO DI ISTITUIRE UN PREMIO DI LAUREA CHE SARA’ CONCESSO DA DOMPE’ FARMACEUTICI

– ANNO 2020 –

“Mechanism triggering fatigue in cancer patients”

“Meccanismi alla base dello sviluppo della fatigue in pazienti oncologici”

Un Premio di Laurea per l’importo di Euro 3.000

SCADENZA: 10 gennaio 2021

COMITATO PROMOTORE: È costituito dai membri del Consiglio Direttivo del Comitato Leonardo e dal Presidente di Dompé farmaceutici
 
FINALITÀ: Fatigue is one of the most common and distressing side effects of cancer and its treatment, and may persist for years after treatment completion in otherwise healthy survivors. Cancer-related fatigue causes disruption in all aspects of quality of life and may be a risk factor for reduced survival. The prevalence and course of fatigue in cancer patients has been well characterized, and there is growing understanding of underlying biological mechanisms. There is considerable variability in the experience of cancer-related fatigue that is not explained by disease- or treatment-related characteristics, suggesting that host factors may play an important role in the development and persistence of this symptom. Given the multi-factorial nature of cancer-related fatigue, a variety of intervention approaches have been examined in randomized controlled trials, including physical activity, psychosocial,  and pharmacological treatments.
A variety of biological mechanisms have been proposed and investigated over the past two decades. These include anemia, cytokine and hypothalamic-pituitary-adrenal (HPA) axis dysregulation, neurotransmitter overexpression and alterations in muscle metabolism.
Inflammation has emerged as a key biological pathway for cancer-related fatigue, with studies documenting links between markers of inflammation and fatigue before, during, and particularly after treatment. In consideration of the high unmet medical need, there is an urgent need to accelerate the mechanistic knowledge and to identify key physio-pathological mediators as potential targets for a specific pharmacological treatment.La fatigue è uno degli effetti collaterali più comuni e debilitanti associato al cancro e ai suoi trattamenti. Questo sintomo può persistere anche per anni dopo il completamento del trattamento. La fatigue correlata al cancro influisce negativamente su tutti gli aspetti della qualità della vita e può rappresentare un fattore di rischio a sfavore della sopravvivenza. La prevalenza e il decorso della fatigue nei pazienti oncologici sono stati ben caratterizzati e vi è una crescente comprensione dei meccanismi biologici sottostanti. Esiste una notevole variabilità nello sviluppo della fatigue correlata al cancro che non è spiegata da caratteristiche legate alla malattia o al trattamento. Queste osservazioni suggeriscono che altre caratteristiche basali del paziente possano svolgere un ruolo importante nell’insorgenza e nella persistenza di questo sintomo. Data la natura multifattoriale della fatigue correlata al cancro, sono stati valutati un gran numero di approcci terapeutici in studi randomizzati e controllati. Tra gli altri sono state studiati gli effetti dell’attività fisica e psicosociale, nonché trattamenti farmacologici.
Differenti meccanismi biologici sono stati proposti e studiati negli ultimi due decenni tra cui l’anemia, la disregolazione delle citochine e dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene (HPA),  l’overespressione di neurotrasmettitori e alterazioni del metabolismo muscolare. In questo contesto l’infiammazione è emersa come una via biologica chiave nello sviluppo della fatigue con studi che documentano i collegamenti tra  marcatori di infiammazione e la comparsa di fatigue prima, durante e in particolare dopo il trattamento.
In considerazione dell’elevato bisogno terapeutico e del contesto descritto diventa oggi prioritario aumentare le conoscenze meccanicistiche ed identificare i principali mediatori fisiopatologici che possano rappresentare potenziali bersagli per un trattamento farmacologico specifico.
CRITERI DI VALUTAZIONE: I criteri di valutazione della tesi saranno relativi all’originalità dell’argomento, alle metodologie di ricerca utilizzate, alla presentazione dei risultati, alla completezza e aggiornamento della bibliografia citata.
REQUISITI:

 

Laurea in Medicina Scienze Biologiche, Farmacia, Chimica, Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Biotecnologie.
SCADENZA: Il modulo di partecipazione al concorso compilato e firmato, accompagnato dalla tesi in formato elettronico (CD Rom/USB) e da una sintesi del lavoro in formato cartaceo (max 6 pagine), dovrà essere inviato alla Segreteria Generale del Comitato Leonardo (c/o ICE, Via Liszt 21, 00144 Roma, tel. 06 59927990-7991 fax 06 5923806) entro e non oltre il 10 gennaio 2021. Questo bando è pubblicato sul sito www.comitatoleonardo.it
PREMIAZIONE: Il giudizio insindacabile sarà emesso da un Comitato di esperti del settore individuato da Dompè Farmaceutici. La premiazione avrà luogo in Quirinale nel corso della cerimonia di assegnazione dei Premi Leonardo, alla presenza del Presidente della Repubblica.