2006

Vincitori premio Leonardo Qualità Italia  

Fernando Renè Caovilla – RENE CAOVILLA

La storia dell’azienda inizia come una fiaba all’alba del Novecento. Il padre Edoardo Caovilla inizia a creare la scuola calzaturiera della Riviera del Brenta.
Il figlio René ne prosegue l’attività concentrandosi sulla fascia top del mercato e si trasforma in un creatore e scultore di raffinate calzature da sera e di eleganti creazioni gioiello.
Negli anni settanta Caovilla si impone come creatore internazionale grazie ad una intesa speciale con un celebre stilista italiano ed alla collaborazione con famosi stilisti francesi. Realizza con spirito artistico creazioni cult che lo renderanno celebre a livello mondiale.
René Caovilla riceve nel 2000 il premio statunitense Rob Report per la categoria “Best Evening Shoes”. Nominato Cavaliere del Lavoro nel 2001, René Caovilla è oggi uno dei maggiori esponenti dell’economia veneta e dell’editoria (come azionista di maggioranza del Gazzettino).
La moglie Paola e i figli Giorgia e Edoardo affiancano attivamente René Caovilla nella direzione dell’azienda che è tra i gioielli del Nord-est .

Gino Lunelli – FERRARI FRATELLI LUNELLI S.p.A.

La storia della Ferrari inizia nel 1902 quando Giulio Ferrari, un nobile trentino, ebbe la giusta convinzione che la sua terra fosse ideale per produrre lo spumante metodo classico. Creò una micro-azienda che fu acquistata nel 1952 da Bruno Lunelli, che ne intuì le grandi potenzialità.
Nel 1958, Gino Lunelli, prosegue con piglio imprenditoriale la passione del padre e porta l’azienda a diventare leader in Italia dello spumante classico.
Cavaliere del Lavoro dal 1987 Gino Lunelli è riuscito a dar vita ad un gruppo “del buon bere” che comprende, oltre allo spumante Ferrari, la grappa Segnana, l’acqua minerale Surgiva e i vini Lunelli con cantine in Trentino, Toscana e Umbria.
Lo “Spumante del Mito”, prodotto esclusivamente con metodo classico e con sole uve trentine, è il risultato di una cultura aziendale a conduzione famigliare che ha investito nella super specializzazione della produzione, nella tipicità del territorio e nella ricerca dell’eccellenza in tutta la filiera produttiva: “dalla terra alla tavola”.
Il Gruppo fattura 61 milioni di euro e occupa 170 dipendenti. Attualmente rappresenta quasi il 50% di tutto l’export italiano di spumante metodo classico.

Giorgio Squinzi – MAPEI

Dal 1937 la famiglia Squinzi ha trasformato una piccola azienda, la Mapei, che produce prodotti chimici per l’edilizia , in una multinazionale leader nel mondo. Nel 1978 inizia il processo di internazionalizzazione con la prima società estera in Canada.
Nel 1984 Giorgio Squinzi diventa Amministratore unico della Mapei con una politica industriale mirata su tre strategie: ambiente,internazionalizzazione e innovazione.
Nel 1998 è nominato Cavaliere del Lavoro.
Il Gruppo Mapei ha raddoppiato nell’ultimo quinquennio il giro d’affari. Il fatturato consolidato previsto nel 2006 è di 1,2 miliardi di Euro, il numero di dipendenti ha superato i 4.500 di cui il 12% è impiegato nella ricerca. Gli investimenti in ricerca e sviluppo superano i 60 milioni di euro annui.
Attualmente il Gruppo industriale è composto da 53 aziende con 46 stabilimenti produttivi, di cui 7 operanti in Italia e gli altri nel resto del mondo in 23 paesi nei 5 continenti, con un fatturato totale di 1,4 miliardi di Euro. Nell’ultimo triennio i maggiori investimenti sono stati effettuati in USA, Regno Unito, Spagna e Polonia.

Vittorio Tabacchi – GRUPPO SAFILO

Dal 1993, Vittorio Tabacchi è Presidente del Gruppo Safilo, azienda in cui opera dal 1970 ricoprendo diverse cariche di rilievo. Tra le operazioni più significative di cui si è occupato, si ricordano la nascita di Safilo Ricerca e la realizzazione dello stabilimento di Longarone, un’unità produttiva all’avanguardia che oggi conta oltre 1.300 dipendenti. La sua nomina alla guida dell’azienda segna una svolta importante nella storia del Gruppo, dando inizio ad un processo di internazionalizzazione che ha portato i prodotti Safilo in oltre 130 paesi nel mondo.
Nel 2003 Vittorio Tabacchi diventa Cavaliere del Lavoro.
Il Guppo Safilo ha concentrato la propria attività nella ricerca di soluzioni innovative per i problemi della vista e della protezione visiva. Ha raggiunto importanti accordi per la produzione e distribuzione di occhiali su licenza e per l’occhialeria sportiva. Possiede 28 filiali nel mondo e 5 stabilimenti, 4 in Italia e 1 in Slovenia, con un totale di quasi 7.000 dipendenti. Nel 2005 il fatturato del Gruppo ha raggiunto risultati positivi (milioni di euro 1.025, +8,5% rispetto all’anno precedente).
Oggi il Gruppo Safilo è leader nell’occhialeria di alta gamma e lusso e ai vertici mondiali nel settore dell’occhialeria da vista, da sole, moda e per lo sport grazie ad un portafoglio di oltre 25 marchi in licenza e 5 di proprietà.

 

Condividi

Altre edizioni