2009

Vincitori premio Leonardo Qualità Italia  

Anna Maria Artoni – ARTONI GROUP

Trasparenza, innovazione, presenza diretta sul territorio ed elevata qualità dei servizi offerti. Queste le linee guida di Artoni, azienda emiliana nata nel 1933 come piccola realtà familiare: già alla fine dell’800 gli uomini della famiglia Artoni percorrevano le strade della provincia di Reggio Emilia trasportando merci, materiali per l’edilizia e i sassi per rafforzare gli argini del Po che arrivavano via ferrovia. Sotto la guida di Luigi, l’azienda ha iniziato il proprio percorso di crescita contrassegnato da una costante ricerca dell’eccellenza, posizionandosi come leader a livello nazionale per volumi, ampiezza dell’offerta e qualità dei servizi. Artoni Group è fortemente impegnato nella realizzazione del proprio piano strategico con l’obiettivo di fornire alle imprese un servizio integrato nella distribuzione e nella logistica mantenendo alti standard di qualità ed efficienza, e di affrontare i mercati internazionali per diventare la porta di ingresso e di uscita delle merci collegando l’Italia al mondo. Nel segno della continuità rispetto a questi valori, Anna Maria Artoni ha affiancato il padre Luigi nello sviluppo del Gruppo – di cui il core business è Artoni Trasporti – che oggi vanta un giro di affari complessivo di 218 milioni di euro, con 630 risorse impiegate. Anna Maria Artoni è oggi Vice Presidente del Gruppo,e ricopre l’incarico di Presidente di Confindustria Emilia Romagna dopo essere stata al vertice dei Giovani Imprenditori di Confindustria.

Giandomenico Auricchio – GENNARO AURICCHIO S.p.A.

L’Azienda nasce nel 1877 a San Giuseppe Vesuviano (Napoli) come Società Corrente fondata da Gennaro Auricchio, inventore del “caglio speciale”, o come si diceva, del “segreto” di don Gennaro, che dà al provolone Auricchio il suo sapore unico al mondo. Agli inizi del novecento la fama del Provolone Auricchio si accresce, sia in Italia sia all’estero. L’Azienda nel 2008 ha fatturato 101.189.000 euro ed ha 403 dipendenti. Oltre il 20% del fatturato è costituito dalle esportazioni, delle quali il 60% va in U.S.A., Canada, Australia, Brasile e Venezuela dove l’Auricchio detiene la maggioranza assoluta del mercato; il resto è destinato al mercato europeo. Recentemente i formaggi Auricchio sono arrivati in Russia,Giappone, Cina, India e Messico.
Nel 1992, nonostante il difficile momento congiunturale dell’economia, parte il nuovo rilancio dell’Auricchio. Gian Domenico Auricchio si fa promotore dell’acquisto delle azioni di proprietà dell’altro ramo della famiglia riconducendo la proprietà dell’azienda in un unico soggetto, e diventa Amministratore Delegato dell’azienda.
In pochi anni l’Auricchio si rinnova e si ingrandisce con impianti di nuovissima generazione. Oggi all’azienda fanno capo quattro unità produttive: Gazzo di Pieve San Giacomo (Cremona); Somma Vesuviana (Napoli); Scandiano (Reggio Emilia); Macomer (Nuoro); e 5 marchi noti a livello internazionale tra cui Auricchio, Riserva esclusiva Auricchio, e Locatelli, quest’ultimo per il mercato Statunitense.
Gennaro Auricchio SpA è sinonimo di pregio e qualità nel campo dei prodotti caseari in genere. Oggi l’azienda offre una delle gamme più complete di formaggi, dal Provolone, ai principali DOP italiani, ai pecorini freschi e stagionati sino alle ricotte, tutti prodotti con metodi tradizionali e artigianali, ma con la garanzia di un controllo igienico impostato secondo le più moderne disposizioni.
Gennaro Auricchio SpA è una tra le prime dieci industrie casearie italiane.

Brunello Cucinelli – BRUNELLO CUCINELLI S.p.A.

La Brunello Cucinelli, fondata nel 1978 come azienda produttrice di cashmere, è oggi uno dei marchi più affermati nel settore del lusso e della moda sport-chic.
Nel 1985 Brunello Cucinelli acquista il Castello Trecentesco di Solomeo, un antico e pittoresco borgo vicino a Perugia.
Attualmente l’azienda opera in due sedi, nello splendido Borgo accuratamente restaurato nello spirito di valorizzare il patrimonio storico-paesaggistico, e una nuova struttura industriale dove complessivamente lavorano quasi 500 dipendenti interni su un indotto di circa 900 collaboratori esterni. La produzione di circa 870.000 capi all’anno è esclusivamente tutta italiana.
Il fatturato del 2008 è di 144,47 milioni di euro. La quota dell’export è pari al 63,7% del fatturato complessivo. I principali mercati di esportazione sono: Stati Uniti, Europa, Giappone, Russia e Far East.
Brunello Cucinelli, grazie alla sua filosofia di vita e d’impresa, ha creato uno dei gruppi industriali di maggiore successo a livello internazionale basandosi sui valori fondamentali del rispetto delle persone e dell’ambiente, e sulla ricerca costante della bellezza e dell’eccellenza dei prodotti.

Davide Trevisani – GRUPPO TREVI

Il Gruppo TREVI nasce nel 1957 a Cesena su iniziativa di Davide Trevisani, fondatore e mente motrice dell’Azienda, che crea l’Impresa “Palificazioni Trevisani Geom. Davide”, attiva nel settore delle fondazioni speciali nell’industria delle Costruzioni. I due fratelli minori,Gian Luigi e Cesare, entrano successivamente a far parte dell’azienda promuovendo la sua internazionalizzazione soprattutto in Nigeria, Argentina, Singapore, Hong Kong, e specializzandosi nel settore delle perforazioni petrolifere, gas e acqua sino a diventare uno dei Leader mondiali del settore.
Nel 1983 l’Impresa prende il nome attuale di TREVI SpA, e grazie al tenace lavoro dei tre Fratelli Trevisani e al costante impegno e dedizione dei propri Dirigenti e Dipendenti, inizia la costante crescita sino a costituire nel 1999 la Trevi Finanziaria Industriale SpA, holding quotata nella Borsa di Milano.
Nel 2007 il Gruppo TREVI – di cui è Presidente il Cav. Lav. Davide Trevisani – ha festeggiato i suoi 50 anni di storia che l’hanno portato a collocarsi tra i primi tre leader mondiali nel settore. Attualmente Gian Luigi e Cesare ricoprono rispettivamente le cariche di Vice Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, e anche la seconda generazione della Famiglia Trevisani è inserita a pieno titolo nelle attività aziendali.
Il Gruppo TREVI è presente in 80 Paesi nei 5 Continenti, conta circa 6.000 dipendenti di 35 nazionalità e nel 2008 ha fatturato 1.069 milioni di Euro. Ha realizzato opere di grande prestigio nel mondo fra le quali l’Asaki Tunnel in Giappone, la Diga di Ertan in Cina, la nuova Biblioteca Alessandrina in Egitto, le fondazioni del nuovo Ground Zero di New York, e la stabilizzazione della Torre di Pisa.

Condividi

Altre edizioni